Se c’è una cosa che abbiamo capito negli ultimi anni, è che non possiamo più fare a meno dei nostri spazi esterni. Una risorsa preziosa da sfruttare per godere del comfort e della bellezza di stare all’aria aperta. Un nuovo spazio, per trascorrere splendidi momenti, o un ambiente diverso, in cui poter studiare o lavorare, protetti in qualsiasi stagione dell’anno, dal sole o dalla pioggia.

Vi proponiamo soluzioni che garantiscano un efficientamento energetico tangibile, ottenibile sia nel lungo che nel breve periodo.

Pergole, bioclimatiche, giardini d’inverno, tende da sole, abbiamo a disposizione una selezionata gamma di fornitori, che offrono la possibilità di individuare la giusta soluzione per le vostre esigenze. Prodotti di eccellenza, autenticità e cultura del Made in Italy.

Installare una delle soluzioni di cui abbiamo accennato, potrebbe essere un ottimo investimento, come migliorare il rendimento energetico del proprio edificio e ritardare le accezioni dei condizionatori, limitando così le spese in bolletta, e migliorando anche l’impatto ambientale. 

L’ascolto, il confronto e un’attenta valutazione ci permetteranno di delineare le caratteristiche del prodotto più aderente alle tue esigenze.

Vantaggio Ecobonus

La legge di Bilancio (L. 31.12.2021 n.310) proroga al 31 dicembre 2024 le detrazioni fiscali per l’efficientamento energetico degli edifici: l’Ecobonus. Si tratta di una detrazione Irpef o Ires del 50% e riguarda quelle strutture che riparano dal sole una superficie vetrata. Per queste “schermature solari non fisse” sono ammessi gli orientamenti da EST a OVEST passando per SUD e sono esclusi gli orientamenti NORD, NORD-EST e NORD-OVEST.

Questa agevolazione comporta una detrazione d’imposta pari al 50% delle spese

totali sostenute per unità immobiliare, fino a un massimo di 60.000,00 euro,

In pratica 30.000,00 euro, cioè il 50% di 60.000,00 euro. 

L’altro parametro da prendere in considerazione, è il costo delle schermature al metro quadrato per cui la spesa massima concessa per l’acquisto sarà il 50% di 276,00 euro, + iva, per ogni tenda.

Significa che, a prescindere dalla spesa al mq della schermatura solare, si potrà detrarre al massimo il 50% su 276,00 euro + iva al mq.

A questo va aggiunta la detrazione del 50% delle seguenti spese extra ammissibili;

  • Fornitura e posa in opera (tra cui, ad esempio, l’installazione di ponteggi, noleggio di attrezzature per l’installazione, il “trasporto al piano”, manodopera per l’installazione, ecc.).
  • Eventuale smontaggio di analoghi sistemi preesistenti.
  • Fornitura e posa in opera di eventuali dispositivi automatici di regolazione e controllo delle schermature.
  • Prestazioni professionali (direzione del lavoro o produzione della documentazione tecnica necessaria ecc.).
  • Opere provvisionali accessorie.
Ma analizziamo meglio
le soluzioni principali tra cui scegliere:

Tende a Bracci

La loro peculiarità principale è quella di avere un’apertura a bracci retrattili, che permettono diverse estensioni del telo, assicurando un riparo controllato dai raggi del sole e un ridottissimo ingombro da chiuse. 

Le tende da sole, sono spesso impiegate per le schermature solari di balconi e terrazzi, per abitazioni private, uffici, esercizi commerciali, hotel e ristoranti.

La struttura della tenda è fissata al tetto o alla facciata, mentre l’impiego di bracci estensibili permette di ottenere una diversa regolazione dell’inclinazione della tenda a seconda delle necessità. 

La soluzione più pratica, pulita ed elegante, a oggi, è la tenda a cassonetto, in cui tutti gli elementi (rullo, bracci, motore e luci) sono contenuti all’interno di un unico corpo che costituisce il cassonetto della tenda stessa.  Questo, oltre ad assicurare una resa estetica migliore, garantisce anche una maggiore protezione della tenda, quindi, minori spese di manutenzione e una durata più lunga. 

Le tende da sole a bracci motorizzate, sono sicuramente molto comode poiché consentono di essere azionate da un comando wifi a distanza o, da applicazioni dedicate per il tuo smartphone. In più, dove necessario, consigliamo l’utilizzo di sensori di vento o anemometri in grado di azionare la chiusura automatica della tenda in caso di necessità.

Secondo la normativa in vigore, trattandosi di un prodotto che rientra in edilizia libera, non occorrono permessi. Non si tratta quindi di costruzioni aggiuntive e non richiedono le autorizzazioni previste in questi casi (SCIA o CILA). Fatto salvo particolari casi subordinati a vincoli paesaggistici, archeologici e urbanistici, oltre che la verifica del regolamento condominiale.

Pergotende E Pergole Bioclimatiche​

La Pergola bioclimatica o Pergotenda: due realtà simili, ma molto diverse.

Confondere questi due prodotti è abbastanza semplice, se non se ne conosce la natura.

Ma partiamo dall’inizio…
La Pergotenda, nasce a fine degli anni 90ª e da quel momento segna una svolta decisiva nel settore delle coperture solari, aprendo di fatto un nuovo mercato, quello delle coperture scorrevoli a impacchettamento, autoportanti o addossate.

Nel corso degli anni le aziende leader del mercato, hanno investito tempo e soldi nell’ambito della ricerca e sviluppo, sia per perfezionare il prodotto, che per rispondere a nuove esigenze di mercato. Ciò ha portato, dopo una decina d’anni, alla nascita di un nuovo prodotto più performante ed esteticamente accattivante: la Pergola Bioclimatica. Un prodotto unico, affidabile e certificato.

La principale differenza fra Pergola Classica e Pergola Bioclimatica sta nel tetto. Nella pergola classica la copertura è di solito inclinata, con telo in PVC (anche se attualmente ne esistono di piane), mentre la pergola Bioclimatica ha il tetto piano, costituito da una serie di lamelle in alluminio, orientabili e in alcuni modelli anche retrattili.

Dietro questi prodotti c’è molta ricerca e sperimentazione e molti sono i brevetti che ne garantiscono qualità ed affidabilità. Ecco perché solo aziende leder del mercato come Gibus, posso garantire un prodotto di alta qualità, che duri nel tempo.

Purtroppo essendo un mercato relativamente nuovo, molte sono le figure che si sono lanciate in questo settore, comprese aziende specializzate in altri ambiti (come ferramenta, serramentisti, falegnami) senza la completa competenza per ingegnerizzare e creare un prodotto che duri nel tempo o che abbia le capacità di investire in ricerca e sviluppo, per creare brevetti che attestino la qualità del loro prodotto.

Questa è la differenza fra un’azienda professionista nel suo settore e un’attività che vende la copia di un prodotto che va di moda.

Ecco perché proponiamo solo prodotti che possano offrire una garanzia certificata e un post vendita strutturato e professionale.

L’installazione delle pergole avviene in tempi rapidi (2 giorni circa), ed essendo strutture removibili non prevedono la richiesta di permessi, configurandosi come un’opera di edilizia libera (Consiglio di Stato, Sezione VI, n. 1619 del 27 aprile 2016).

Fatto salvo particolari casi subordinati a vincoli paesaggistici, archeologici e urbanistici, oltre che la verifica del regolamento condominiale.

Pergole con Pannelli Solari

Da pochi anni, per rispondere alle esigenze di mercato oltre che di sostenibilità ambientale, alcune aziende come Gibus o Barbieri, hanno sviluppato progetti di Pergole con Pannelli solari.

Soluzioni innovative che uniscono design, comfort e sostenibilità. Questa tipologia di pergole offre un modo sostenibile per vivere all’aperto, combinando estetica, funzionalità e risparmio energetico.

Gibus, per esempio, ha ideato una pergola bioclimatica con sistema fotovoltaico integrato nelle lamelle di copertura. 

Questo design permette di sfruttare la superficie orizzontale delle pergole Bioclimatiche, per produrre energia solare. 

Le lame in alluminio, movimentate da un sistema motorizzato, possono ruotare dalla posizione orizzontale a quella verticale, sia per modulare il flusso d’aria, che per catturare i raggi del sole, seguendo la migliore inclinazione durante le ore del giorno.

Un riferimento di massima inerente la produzione energetica può essere dato dalle dimensioni della superficie impiegata.

Una pergola di dimensioni medie (4×4,3 metri) può produrre fino a 1 kW di potenza, mentre una superficie più grande (5×7,5 metri) arriva a produrre fino a 2,7 kW.

I pannelli fotovoltaici, progettati su misura per adattarsi alle dimensioni delle lame, forniscono energia rinnovabile e sostenibile all’abitazione.

Progetti realizzati

  • All
  • 1 Vetrate Panoramiche
  • 2 Tende e Pergole
  • 3 Arredo e Vasi
  • 4 Pavimentazioni e Decking
  • 5 Illuminazione
Salvatore Gagliano

Richiedi un preventivo